Karate Do
  • Introduzione
  • Karate Do Bimbi e Ragazzi
Shaolin Chuan Hatha Yoga
Tai Chi Chuan
  • Introduzione
  • I Benefici
  • Le Origini
  • La Pratica
Rebirthing
  • Introduzione
  • Il Rebirthing
  • Respirazione e attacchi di panico
  • La tecnica
  • A chi può essere utile
  • Come sperimentarlo
  • Associazione A.R.A.T.
  • Dove si pratica
  • Corsi e seminari
  • Scuola di Rebirthing
  • Tesi, articoli e documenti
  • Nuova tesi sul Rebirthing
Shiatsu Riflessologia Plantare Difesa Personale Jodo
Home Il Centro
Attività
  • Gli Orari
  • Difesa Personale
  • Jodo
  • Karate Do
  • Shaolin Chuan
  • Rebirthing Transpersonale
  • Riflessologia Plantare
  • Massaggio Shiatsu
  • Tai Chi Chuan
  • Yoga
Insegnanti Eventi Galleria Letture Link

Hatha Yoga

"Dobbiamo chiudere gli occhi ed invocare un nuovo modo di vedere ... uno stato di risveglio che è diritto di nascita di tutti, seppure pochi ne facciano uso"
Plotino



Per prenotare una prova gratuita di una lezione tel. 02 38005575 o tel. 3387065669 Sonia Crovace
È consigliato un abbigliamento comodo

Partendo da ciò che siamo, attraverso la pratica dello yoga, si può cominciare a sviluppare una relazione più intima con il proprio corpo, una capacità di ascolto più profonda nei confronti dei propri sintomi, eventuale disagio interiore, emozioni e contenuti mentali.
Durante la pratica, oltre a muovere il corpo assumendo posizioni varie e ben precise in piena consapevolezza, si comincia a prendere contatto con il proprio respiro e gradualmente scopriremo quanto sia stretta la relazione tra respiro e attività mentale.
Tutta la struttura psicofisica può sperimentare stati di notevole distensione e rigenerazione, con il risultato che sentendoci meglio con noi stessi potremo sentirci bene anche con tutto ciò che ci circonda. E' un cammino che può rivelarsi una scoperta continua...
Lo Hatha Yoga è inteso come sistema di benessere psico-fisico. Le varie Asana (posizione) sono fatte non solo per disintossicare, rafforzare il corpo e renderlo più flessibile, ma soprattutto per alimentare il fuoco del prana, l'energia vitale, e convogliare questa energia risvegliata per raggiungere uno stato di stabilità mentale e tranquillità meditativa. La vera flessibilità infatti non è solo del corpo ma consiste anche nell'essere capaci di rispondere in modo equilibrato alle circostanze che la vita ci presenta di attimo in attimo.

Oltre tremila anni fa, alcuni saggi prepararono accuratamente delle pratiche corporee seguendo le quali era possibile stabilire un contatto fra lo spirito individuale e lo spirito universale. Lo yoga è una di queste, e può essere praticato da persone di ogni età: uomini, donne, bambini. Esso servirà a rinvigorire, cosolidare, tonificare il corpo e a dargli una linea più giovanile. Tutti i più importanti muscoli del corpo e in più il cuore, polmoni, nervi e ghiandole vengono chiamati in causa e ne traggono beneficio.

Nella Bhagavad Gita, Krishna definisce lo yoga come "l'arte dell'azione", cioè l'arte di eseguire ogni azione e movimento in modo ottimale. Lo yoga acquista questa definizione perchè basa il proprio sistema di lavoro psicofisico sulla scoperta dell'innata "saggezza" del corpo, che "sa" qual è il modo più efficiente per compiere una data azione. Il movimento lento e riflessivo, la concentrazione sulla respirazione e il rimanere a lungo immobili nelle posizioni della pratica yogica favoriscono il riaffiorare della "saggezza innata" del corpo.
Di qui lo sviluppo naturale e armonico della forza e delle altre qualità, come la flessibilità, l'equilibrio, la resistenza, senza il rischio di farsi male con movimenti inadeguati o sforzi eccessivi.
Lo sport moderno tende a concentrare il lavoro fisico sul potenziamento muscolare, dando scarsa importanza all'allungamento dei muscoli. Solo di recente sono state introdotte le tecniche di stretching per compensare la contrazione prodotta dallo sviluppo muscolare.
Lo stretching (dall'inglese to stretch:"allungare") è un discendente dello yoga, che da millenni studia l'allungamento di tendini e muscoli per favorire il funzionamento ottimale di tutte le articolazioni e mantenere la mobilità della colonna vertebrale, " l'albero della vita " da cui dipende la salute di tutto il corpo.
L'asana è per definizione una posizione che, mantenuta a lungo, in immobilità e con una particolare concentrazione sulla respirazione, permette di ricollocare il corpo nella posizione statica ideale attraverso l'allungamento di muscoli e legamenti, lo studio del centro di gravità e la precisione dell'allinemanto, così da ottimizzare il rendimento dello sforzo.
Lo yoga è quindi in grado di produrre potenza muscolare senza accorciare i muscoli e indurire articolazioni, e chi lo pratica sviluppa grandi capacità di resistenza allo sforzo prolungato, grazie alla maggiore consapevolezza del corpo, al controllo del movimento e al senso dell'equilibrio.
Lo yoga non è inteso come sistema di benessere esclusivamente fisico. Le asana sono fatte non solo per disintossicare, rafforzare il corpo e renderlo più flessibile, ma soprattutto per alimentare il fuoco del prana, l'energia vitale, e convogliare questa energia risvegliata per raggiungere uno stato di stabilità mentale e tranquillità meditativa.
Il Saluto al Sole
Rilassamento anatomico, meditazione



Tra le circa 89.000 asanas che compongono l'hatha yoga (ossia "unione del Sole e della Luna", visto che, in sanscrito, "ha" è il sole e "tha" è la luna, mentre la radice "jug" significa unire), il Saluto al Sole (in sanscrito, Surya Namaskar) costituisce un po' un caso a parte, perché è costituito dalla fusione in sequenza dinamica di 12 asanas prevalentemente statiche, abbinata ad una respirazione profonda (in generale, si inspira durante le posture di espansione del torace e si espira durante la sua compressione).

Ha sia una funzione Bakti (devozionale), nella quale s'impara ad aprire i propri centri all'energia solare, sia una funzione psicofisica di attenuazione dello stress, di scioglimento del corpo e di miglioramento della circolazione sanguigna.

Anche se il momento ideale per praticare il saluto al sole è, ovviamente, la mattina all'alba all'aperto, lo si può comunque eseguire in qualsiasi momento della giornata, purché a stomaco vuoto (e possibilmente rivolti verso il sole), e in una stanza ben ventilata.

E' importante eseguire l'intero ciclo di 12 posizioni ma, se all'inizio ciò risulta faticoso, ci si può fermare e respirare profondamente tra una posizione e l'altra. Ancora una volta, la respirazione è molto importante, e dal fatto che venga eseguita correttamente dipendono gran parte dei benefici di questo esercizio.
Nisarga Yoga

Incontra te stesso.
Sta' con te, non occorre altra guida.
Finché il bisogno di verità influenza la tua vita quotidiana, va tutto bene.
Vivi senza offendere.
L'innocuità è la forma più potente di Yoga, e ti conduce rapidamente allo scopo.
è quello che chiamano lo Yoga naturale.
è l'arte di vivere in pace e in armonia, in amicizia e in amore.
Il suo frutto è la felicità non causata e senza fine.

Via Venezuela, 3 – 20151 Milano - C. F. 97276500150 - Tel. 02 38 00 55 75 - Cell. 338 32 55 441 - dharmadhatu@tiscali.it
Home | Il Centro | Attività | Insegnanti | Eventi | Galleria | Letture | Link
© 2009 copyright Dharmadhatu all rights reserved / Privacy / site by Giordano Vecchi